Gli spaghetti al tonno di Albertone e il bollito alla Picchiapo’ di Manfredi: Roma, Trattoria Dar Maghetto

27 Mag

Dal Vangelo secondo Er Maghetto: “Giovinotti buongiorno: spaghetti alla matriciana o carbonara, bombolotti alla gricia, pappardella ar fungo porcino, arrosto de vitella che è ‘na crema, bollito alla picchiapò…”

Bollito alla picchiapò. Un sogno erotico inespresso che mi perseguitava dall’adolescenza. Gassman (nato Gassmann), Manfredi e Stefania Sandrelli in “C’eravamo tanto amati” che mangiano il bollito alla picchiapò dal Re della Mezza con l’appetito del dopoguerra e l’espressione già propria del boom economico.
Una delle più antiche ricette romanesche, una delle più veraci, una delle più irraggiungibili.
Non perché sia un piatto particolarmente complesso ne costoso: muscolo di manzo bollito per 3 ore, poi si passa in casseruola per circa un’oretta con un sugo bello tirato di pelati, cipolla steccata con  chiodi di garofano, pepe, mentuccia, maggiorana… Insomma una questione lunga, una dimostrazione d’amore. Che quando lo mangi la moglie del Mago ogni tanto sbircia dalla cucina strofinandosi le mani sul grembiule per scorgere un espressione d’assenso.
La Trattoria Dar Maghetto è nel cuore di San Lorenzo, via dei Reti 18: “Vini finissimi, cucina ottima”.
Scolpito sul marmo, all’ingresso. Zona di marmisti, del resto, il cimitero del Verano e suoi cipressi scuri sono a poche decine di metri.
Sulla questione vini ci sarebbe alquanto da discutere, ma sul cibo diamo al Mago ciò che è del Mago: Sordi veniva qui e chiedeva dei banalissimi spaghetti tonno e pomodoro fresco, Clorinne Clery ci veniva a mangiare il baccalà (fonte La Repubblica 05 giugno 1999), Franco Nero, purtroppo, continua a frequentarlo (fonte il sottoscritto, l’altro ieri).

Spaghetti alla matriciana: chiedi pasta corta e già il Mago (un incrocio tra Bilbo Baggins e Ferruccio Amendola) inizia a spazientirsi “Ma scusa, pija gli spaghetti fijo mio, scusa ma ‘a matriciana va ‘ntorcinata enno, eccheccazzo, scusa…!?”.
La matriciana. Carica, feroce: il sugo è denso, corposo, abbonda il guanciale croccante come pure il pecorino che sposa la pasta cotta alla perfezione.
Un piatto che sarebbe già un pranzo sostanzioso, ma ormai siamo qui e il nome Picchiapo’ echeggia non solo nelle mie corruttibili orecchie…
Il bollito è uno spettacolo: la tenerezza del manzo si armonizza ai pelati stracotti con la cipolla e abbondantemente pepati.  Inutile tentare di descrivere con poche parole ciò che viene proposto dopo decenni di esperienza.
Vino: rosso e cattivissimo. In alternativa bianco e pessimo.

20 o 22 euro a seconda dell’umore der Mago.
Se siete bevitori seriali, e in questo caso incoscienti (in tre commensali arditi del bicchiere non siamo riusciti, con impegno, a oltrepassare il litro di rosso…) potreste arrivare sui 25.
Prenotazione facoltativa, al venerdì baccalà. Concludo con una delle poesie del Mago:

Dar Maghetto ‘n via dei Reti
magni e bevi a tutte l’ore
co na spesa ar quanto poca
magni e bevi da signore
se te trovi senza grana
magni pe na settimana
ma se ‘n cacci a cagnotta
se ‘n gran fio de na mignotta

Pax Vobiscum…

Annunci

Una Risposta to “Gli spaghetti al tonno di Albertone e il bollito alla Picchiapo’ di Manfredi: Roma, Trattoria Dar Maghetto”

  1. Non entrateci! giugno 7, 2013 a 8:02 pm #

    Prezzi alti e cibo scadente.
    Posto squallido e quasi sempre deserto, ma non è questo il peggio, il vecchio padrone accoglie i clienti con rudezza e maleducazione assieme al suo cameriere che lo asseconda nel clima di austerità, ed al cuoco che si può trovare spesso di fuori a fumare con il cappello da cuoco in testa, sporco.
    Il locale e l’arredamento sono paragonabili più ad uno scantinato che ad una trattoria.
    Quando a tutto questo abbiam fatto per andarcene(prima ancora di ordinare) ci siamo visti le suddette persone urlarci contro per non esser rimasti lì a mangiare.
    Davvero pessimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Malice's Craftland

Benvenuti nel mio mondo

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

Taste and Travel

Milano and more

lilruby jewelry

Jewelry design and who knows what else...

Associazione - GAS Torrino Decima - Roma - IX Municipio

"Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. (Albert Einstein)

ruibarbacaos

Historias con comida

Esperienze di Gusto

Taste is everything, everything tastes

NikiLeaks News

Nikki Marquardt's blog around the world

Makeit Land

Learning creativity

Solocoloricaldi

Photography Exibition around Milan

vivoinbarriera

eventi ed iniziative che accadono a Torino, Barriera di Milano

Daffodil Cottage

Il Blog by Angela Urbani su bijoux handmade, tutorial make up e cosmesi

Tenaglia Impazzita

art mosaic by Giulio Pedrana

aughgoodies.wordpress.com/

▲ A world of Goodies ▼

Il Mercato degli Eventi

Il sito degli eventi di Bi&Bi Comunicazione

Il laboratorio di Arte-Bottega

Consigli dal portale di vendita on line per artigiani

lysecocycle

A great WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: