Tag Archives: enoteche low cost milano centro

Aperitivi a Milano: Panika, il “bar sotto casa”, ma col vino giusto

20 Apr

PANIKA1

Non è facile districarsi nel ginepraio di Brera, quadrilatero meneghino dell’aperitivo: l’esploratore incauto rischia duro, tra happy hours truffaldine ed enoteche invitanti quanto sirene odissiache ma altrettanto mendaci al momento del conto. Una tra queste è l’Ombra de Vin, tanto amata dai sopravvissuti della Milano da Bere, dove un calice viaggia attorno agli 8 euro, trovare uno scranno è un miraggio e conquistare un oliva più difficile che scavalcare i cancelli a San Siro.

Avventurandosi verso la parte vecchia di via San Marco, dove l’ex naviglio è stato trasformato in giardino (la Conca delle Gabelle), si trova un baretto discreto, un buchetto da caffé e via che malgrado le apparenze non modaiole rivela un’anima piacevole e contenuti sinceri. Si tratta del Panika, un locale con solo un anno di vita ricavato in una nicchia dell’adiacente enoteca Cotti, mecca del buon vino e del bon vivre.

PANIKA

Quattro (giovani) amici al bar: una scommessa di un poker di ventenni che ha ristrutturato con piacevole sobrietà pochi metri quadri soppalcati, creando dal nulla una vera alternativa alle tante fregature della zona. Croissant farciti al momento alla mattina, caffé ottimo (a 80 cents e non è poco), panini maestosi a pranzo, spritz e negroni dalle 18.00 in poi. Il tutto guarnito da una colonna sonora giusta (classic rock in primis) e tanti sorrisi, che pur essendo gratuiti da altre parti sono una rarità.

Prezzi periferici per una location centralissima, vini ottimi selezionati dai fornitissimi vicini: poco spazio per sedersi ma tente occasioni per fare nuove amicizie. Da provare.

Annunci

Milano, enoteca That’s Wine: aperitivo mon amour

22 Mag

Non il Duomo, ne il Pirellone, ne tantomeno le vetrine di via Montenapoleone o i tamarri di corso Como rappresentano la “mia” Milano. Preferisco la timidezza della Rotonda della Besana, la purezza commercializzata di San Lorenzo e la bruttezza ostentata della Torre Velasca, che il Daily, inutilmente crudele, definì l’edificio più brutto del mondo, senza comprendere (volutamente a mio avviso) l’anima di quel grattacielo figlio degli anni ’50, che guardava all’America e faceva di Milano la New York d’Italia e di quella torre un Empire State Building e un faro per i tanti nuovi immigrati.
Al piano terra, in un angolino, quasi avesse paura di disturbare, That’s Wine. Enoteca e piccola cucina, ma principalmente ritrovo e luogo d’incontri. Il turista non ne sospetta nemmeno l’esistenza, il virtuoso dell’aperitivo non frequenta queste lande centralissime ma  deserte dopo le 20 e si sposta in Brera o sui Navigli o ancor meglio all’Isola.

Un ritrovo, dicevamo, un bar di paese senza briscola ne biliardo ma con ottimi vini e buon cibo: bere un negroni dopo l’ufficio e vedere qualche faccia conosciuta, entrare solo e uscire con nuovi amici, questo lo spirito di That’s Wine. Arredamento curato ma vissuto, un ambiente invecchiato, con stile, assieme ai clienti.
Inutile o quasi citare i nomi illustri di una cantina ampia e munita, che può farvi viaggiare attraverso le meraviglie della Franciacorta passando per il Veneto, la Champagne, l’Altoadige, senza dimenticare la Sicilia e, ovviamente sua maestà la Toscana.
E mentre si condivide il piacere del vino perché non assaporare una fetta di prosciutto o una mozzarella di bufala? Dopo tante serate passate ad osservare folle inebetite accalcarsi per un trancio di pizza o una badilata di trofie (rigorosamente fredde) al pesto, è rilassante sedersi e attendere di essere serviti al tavolo dai titolari, veri professionisti dell’enologia ma anche dello stare al mondo: cortesi, veloci e loquaci solo quando serve.
Sarà facile lasciarsi convincere a fermarsi a cena: niente cucina ma solo piatti pronti. Orrore!?
No, nemmeno per sogno. Tartare di manzo freschissime, salmone affumicato e insalata, burrate, roast beef e meravigliosi semifreddi acquistati in una vicina pasticceria: di necessità Virtù con la V ben in vista.
Se siete fortunati potrete anche capitare in una di quelle serate in qui uno degli abituali, dentista di fama e chef dilettante, scende con una pentola fumante di cassoeula o di risotto e sorridente si mette a scodellarla a chi gli si para davanti.
I prezzi? Onesti. Siamo a 5 minuti a piedi dal Duomo: qui si trova qualità a prezzi adeguati.
Ma tenete a mente un paio di consigli: come in tutti i “club” la vera convenienza  (quindi gli sconti…) è proporzionale all’assiduità della frequentazione.
Inoltre guardate il calendario di coppa dell’Inter prima di prenotare un’eventuale cena romantica. Non siete tifosi? Appunto, uomo avvisato…

Enoteca That's Wine

Malice's Craftland

Benvenuti nel mio mondo

ITINERARI LAZIALI

borghi, castelli, ville, città perdute, monasteri ed abbazie, leggende e segreti, paesaggi fantastici e luoghi insoliti della regione di Roma e dei territori limitrofi.

Taste and Travel

Milano and more

lilruby jewelry

Jewelry design and who knows what else...

Associazione - GAS Torrino Decima - Roma - IX Municipio

"Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. (Albert Einstein)

ruibarbacaos

Historias con comida

Assaggi d'Italia

Food & Wines of Italy

NikiLeaks News

Nikki Marquardt's blog around the world

Makeit Land

Learning creativity

Solocoloricaldi

Art & More

vivoinbarriera

eventi ed iniziative che accadono a Torino, Barriera di Milano

Daffodil Cottage

Poetry | Jewellery | Handcraft | Nature | Beauty | Living

Tenaglia Impazzita

art mosaic by Giulio Pedrana

aughgoodies.wordpress.com/

▲ A world of Goodies ▼

Il Mercato degli Eventi

Il sito degli eventi di Bi&Bi Comunicazione

Il laboratorio di Arte-Bottega

Consigli dal portale di vendita on line per artigiani

lysecocycle

A great WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: